Giuseppe

Ciao sono Giuseppe. 

Provengo da una famiglia cattolica strettamente praticante ed attiva nella chiesa facenti parte da + di 30 anni del cammino neocatecumenali.

Sin da giovane ho sempre avuto un vuoto dentro che ho cercato di colmare in svariati modi, ma non ci sono riuscito fino a quando non ho accettato Gesù nella mia vita come personale Salvatore.

Infatti, sin dalla giovane età di 13, comincio a bere e a 14 già faccio uso di droghe leggere di tipo cannabis, poi continuando a crescere rimango schiavo anche di emozioni negative, tipo la rabbia. Pur non essendo violento ero sempre arrabbiato dentro me e me la prendevo anche con Dio bestemmiando. Cresco e per colmare il vuoto che avevo dentro e che mi rendeva nervoso all' età di 16 anni scopro il sesso e ne divento schiavo usando la donna solo come strumento di sesso e non amandola come merita e cosi cerco di allargare questo orizzonte sessuale facendo orge, frequentando night, etc...

In questo frattempo muore giovane anche mio fratello... e allora esaminando il tutto e vedendo che il tutto stesso non copriva quel vuoto che avevo dentro ma lo aumentava, decido di entrare a far parte del cammino neocatecumenale e lo frequento per ben 4 anni ma nulla, rimango sempre schiavo dei miei vizi ed il vuoto che avevo dentro continua a restare tale.

Allora penso che non solo gli amici, le donne ed i vizi non colmano il mio vuoto, ma neanche Dio si vuole prendere cura di me (ed invece lo stava già facendo ma io allora non me ne accorgevo). Poi mia madre si ammala di tumore e a me cade il mondo addosso (eravamo io e lei soli quando i dottori ce lo dicono e apparte il fatto che stavo malissimo non sapevo cosa dire a lei per consolarla).

Un mio conoscente allora mi parla di un modo per avere un contatto col Signore, un modo che non conoscevo e che tenevo alla larga da me perché ne avevo sentito parlare solo da persone che non mi conoscevano ed io gli spiegavo che la religione non mi aveva aiutato già in passato, ma lui disse che non si trattava di essere religiosi ma Cristiani, insomma mi parla di una realtà tutta nuova e ci mettiamo a confronto ed infine mi incuriosisce ma finisce tutto là.

Un giorno preso da tristezza mortale mi rivolgo a Dio dicendogli che non ero degno neanche di rivolgermi a Lui, ma che solo Lui mi rimaneva così gli chiesi di darmi un segno per capire se la realtà di cui mi aveva parlato quel conoscente era veritiera.

L'indomani appena sveglio accesi la tv e subito ebbi il segno che cercavo, cosi cominciai a frequentare la chiesa evangelica e dopo qualche mese accettai con tutto il cuore Gesù nella mia vita.

Da allora sentivo dentro che se avevo accettato Gesù avevo anche accettato di fare delle scelte quindi sentii di scegliere di uniformarmi a Gesù il più possibile così cominciai a chiedere allo Spirito Santo di aiutarmi a liberarmi da quei vizi che ormai m i stavano struggendo e che pur sentendo dentro di me di volermene liberare non ero mai riuscito a farlo.

Gesù però si prese cura di me liberandomi dalle afflizioni e dandomi la pace che solo Lui sa dare.

Il ns Signore si prese cura delle mie battaglie e sconfisse i miei nemici ( i vizi e le emozioni negative) liberandomi e salvandomi. Poi mi accorsi di avere anche una malattia grave ma Lui si occupò anche di questo guarendomi e lasciando i dottori sorpresi.

Cari miei oggi posso dire che Gesù mi ha liberato dalle catene che mi tenevano legato al nemico (satana) e mi ha guarito dalla malattia, certo non sono senza peccato anzi sono un peccatore che cerca sempre di rigenerarsi nel nome di Gesù. Ma una cosa so per certo che Gesù mi ha salvato dalla morte dandomi per grazia la vita eterna.

Cari amici miei Dio ci ama al punto che ha donato il suo unigenito figlio Gesù per noi come un agnello condotto al macello per la redenzione dei ns peccati. Tutti siamo chiamati alla salvezza e nessuno è troppo sporco da non essere preso in considerazione da Dio.

Dio vi benedica.