Sebastiano

Testimonianza di una persona che un bel giorno, direi il giorno più bello ha incontrato spiritualmente Gesù Cristo.

Sicuramente vi starete domandando cosa significa incontrare spiritualmente Gesù, o magari starete pensando questo è matto, non sono matto ma innamorato di Gesù.

Ascoltatemi, vi posso assicurare che quanti come me hanno incontrato Gesù, possono testimoniare di come la loro vita è cambiata, sicuramente in meglio.

Vai alla ricerca di queste persone, oggi fratelli in fede, e anche loro ti racconteranno la loro testimonianza, l'incontro con Gesù che ha cambiato anche la loro vita, una vita terrena fino a quel momento vissuta lontana dal Padre e dal Figlio. Non vorrei annoiarvi, ma vi prego di ascoltare questa mia testimonianza, di porre la massima attenzione, perché anche la vostra vita in un attimo può essere cambiata/trasformata dal nostro Signore Gesù, se solo liberandovi da ogni ansia, preoccupazione riusciste ad ascoltare la sua voce dal profondo del vostro cuore, quando Lui (Gesù) bussa. Vi possa assicurare che bussa sempre, senza staccarsi, siamo noi purtroppo a essere diventati sordi per ascoltare la sua voce, naturalmente parlo di una sordità spirituale che il mondo neanche conosce, e che nessuno dei nostri conduttori spirituali ne parla, i conduttori di questa religione di stato che l'uomo ha e che segue.

Sono nato è cresciuto in seno ad una famiglia Cattolica, seguendo quindi tutti i canoni cattolici. Non ero un praticante fisso, ma la domenica sentivo quel desiderio di andare a messa e ascoltare la Parola del Signore.

Gli anni passavano con la mia religiosità da cattolico, ma non avendo conoscenza della parola di Dio, mentre essa è "vivente ed efficace, più affilata di qualunque spada a doppio taglio, e penetrante fino a dividere l'anima dallo spirito, le giunture dalle midolla; essa giudica i sentimenti e i pensieri del cuore".

Naturalmente da buon Cattolico seguivo attentamente tutte le tradizioni trasmesse dai mie genitori, e noi sappiamo che ogni famiglia è piena di immagine/statue e quant'altro possa richiamare la nostra tradizione, la nostra religiosità.

Un giorno Gesù disse: "Cosi avete annullato la Parola di Dio a motivo delle vostre tradizioni".

Il Signore diceva bene perché come in quei tempi, anche ai nostri tempi abbiamo dato più voce alle tradizioni trasmesse che alla parola del Signore, il risultato finale era che erano ciechi ma anche noi oggi siamo ciechi poiché non conosciamo la Parola del Signore. Oggi vi posso assicurare che ero un religioso come tutti ma non avevo Cristo Gesù, avevo solamente sentito palare di Lui, ma il mio cuore non lo aveva incontrato, non avevo comunione con Gesù.

Sicuramente sorgerà spontanea in voi la domanda cosa significa "non avevo comunione con Gesù". Voglio invece spiegarvi il significato di avere Comunione: essa è partecipazione intima spirituale, condivisione, essere in comunione con Dio, essere in comunione d'idee, di sentimenti, d'affetti.

Quindi quando inizia la comunione con Dio per mezzo di Gesù, che è "LA VIA-LA VERITÀ-LA VITA" , la vita della persona non sarà più la stessa, la sua vita interiore cambierà, il suo modo di parlare, di fare, di relazionarsi con il mondo cambia, poiché come detto ha subito un cambiamento interiore, e coltivando la comunione con il Padre per mezzo di Gesù, il suo comportamento, il suo parlare si manifesterà anche all'esterno con le persone con cui avrà contatto.

Quindi oggi posso dire che l'uomo ha una religione acquisita/trasmessa in base al luogo dove è nato, ma non ha Cristo Gesù, non ha realizzato quella comunione/relazione che si può avere è si deve avere con Cristo Gesù il benedetto nei secoli. Colui che ha lasciato la gloria dei cieli per farsi uomo è caricarsi i nostri peccati, inchiodandoli sul duro legno della croce ed espiarli.

L'unico Mediatore, il Consolatore , il Paracleto, il Dottore , l'Avvocato delle anime nostre.

Vorrei soffermarmi per spiegarvi bene perché è il Mediatore, il Consolatore , il Paracleto, il Dottore, l'Avvocato delle anime nostre, mi dilungherei troppo, ma è un argomento che merita essere approfondito. V'invito pertanto, se veramente queste parole stanno toccando il vostro cuore, ad andare ha leggere nella Bibbia per avere una risposta più esaustiva, una risposta che magari può cambiare la vostra vita, ricordandoci che a Dio nulla è impossibile, non per niente è il Dio dell'impossibile. Allora se "Oggi udite la sua voce non indurite i vostri cuori, ma lasciatevi trasformare dalla benefica mano del Signore", che ci chiama al cambiamento, che ci invita ad abbandonare l'uomo vecchio per diventare nuova creatura.

Naturalmente questo mio parlare, è un parlare che il mondo o meglio chi non ha sperimentato l'incontro con Gesù non può comprendere.

Come detto prima l'incontro con Gesù è personale, e quando avviene la tua vita è trasformata, sicuramente in meglio, diventi uno strumento nelle sue mani di cui Lui si vuole usare per la sua gloria, diventi ambasciatore della sua parola, diventi sale della terra, luce nelle tenebre, e dovunque andrai lascerai il buon profumo, si userà di te affinché la sua parola possa diffondersi per annunciare l'Evangelo fino agli estremi confini del mondo, cosi come aveva ordinato ai suoi discepoli . Voglio ricordarvi che un giorno tra il 750-725 a.C. il Signore per mezzo del Profeta Osea disse "il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza", aveva ragione, molti in passato ma ancora oggi e spero non nel prossimo futuro rinunciano all'ascolto dell'Evangelo.

Volete sapere cosa significa la parola Evangelo: ( Sono libri che raccontano la vita e la predicazione di Gesù di Nazareth, "Vangelo" deriva dalla parola greca ευ-αγγέλιον (eu anghélion),e significa letteralmente "lieto annunzio", "buona notizia".

Comprendiamo che ancora oggi il mondo rifiuta il "lieto annunzio", e la "buona notizia".

Non devi pregare nessun uomo, non devi inginocchiarti davanti ha nessuna statua che sia di gesso, di legno, ne davanti ha nessuna immagine poiché "Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini, l'uomo Cristo Gesù" (1 Timoteo 2:5)

E' naturale a quanti ascoltano in questo momento farsi la domanda : cosa significa chi non ha sperimentato l'incontro con Gesù non può comprendere.

Vi aiuto ha comprendere l'importanza di ascoltare la parola del Signore continuando ha raccontarvi la mia testimonianza .

Il mio cuore quel giorno ha iniziato a essere infuocato per Cristo, per aiutarvi ha comprendere il mio parlare, immaginate due fidanzati che s'innamorano, i loro cuori sono infuocati l'uno per l'altro, non si separerebbero mai, ogni momento della loro giornata, della loro vita lo vorrebbero trascorrerlo insieme. L'amore per Cristo moltiplicalo all'infinito, un amore che non ha uguali, un amore che viene quasi difficile ha spiegare se non viene sperimentato in prima persona. Considerate che l'amore di Gesù, l'amore del Padre è gratuito, non dovete pagare niente, non dovete andare in pellegrinaggio chi sa dove, non dovete rivolgervi a nessun uomo, dovete solamente aprire il vostro cuore, è Gesù che vi conosce perfettamente come detto prima vi inonderà del suo amore, poiché questo è il Suo desiderio . A quanti ascoltano, mi auguro che siate veramente attenti, perché per mezzo di questa testimonianza il cuore di ognuno che il Signore conosce può essere trasformato in un attimo.

Continuo la mia testimonianza, in quei giorni il mio cuore si trovava in quello stato (un cuore che ardeva), ero tanto innamorato di Gesù e del Padre (lo sono ancora oggi, e lo voglio essere fino alla fine della mia vita terrena) che le mie labbra non smettevano di amarlo, lodarlo, glorificarlo e magnificarlo, ovunque io mi trovassi, in famiglia, tra i miei, parenti, nel mio posto di lavoro.

Tenete ha mente questa frase nel mio posto di lavoro perché ritornerò ha parlare di esso.

L'amore era cosi forte ed il mio cuore era infuocato (non voglio essere ripetitivo ma voglio marcare l'essere infuocato per Cristo) che volevo solamente parlare di Gesù, e di come aveva inondato il mio cuore, un amore che volevo condividere anche con loro, ma quanti ascoltavano non erano disposti ha condividere l'amore di Gesù, anzi mi ostacolavano , cercavano di fermarmi con altri discorsi fuori luogo, l'espressione del proprio volto cambiava, come se la parola del Signore ascoltata dava fastidio e li rendesse nervosi. Ma allo stesso tempo mi davano conferma di una trasformazione che avveniva in me e che io non riuscivo ha vedere, ma loro si. Erano i miei occhi che avevano una luce diversa, una luce che non vedevano prima che iniziassi a parlare di Gesù, il mio volto che cambiava, mentre il mio cuore era infuocato, al tal punto che dicevano "guarda anche il suo volto è trasformato" Gloria a Dio .

Solamente un'anima (persona fisica )per intenderci mi ascoltava, mi lasciava parlare di Gesù, mentre i suoi occhi si illuminavano di una luce che gli altri non avevano, qui invece ero io che mi accorgevo che gli occhi di quest'anima si illuminavano, stupendo , meraviglioso, solo Dio può cambiare, trasformare è rendere luminoso, raggiante il volto di quanti si abbandonano a Lui, di quanti decidono di camminare con Dio.

Il suo volto assumeva una espressione di gioia, di condivisione, gioia nell'ascoltare quello che io avevo da dire nei confronti di Gesù, una luce che io non vedevo negl'altri).Questo loro atteggiamento mi disorientava , eppure parlavo di Gesù e del Padre, ma la gente non voleva ascoltarmi, al tal punto che diventavano anche nervosi dandomi la classica risposta: Non siamo interessati, noi abbiamo la nostra religione, d'altronde non sbagliavano, avevano una religione, una religione che avevo avuto anche io fino al quel momento, ma non avevano Cristo Gesù, non avevano incontrato Gesù, non vivevano il suo amore, erano solamente dei religiosi per tradizione, non credevano (possiamo vedere una situazione analoga nel vangelo di Marco cap. 6:4 Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato che nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua». E si meravigliava della loro incredulità. L'incredulità non permette all'uomo di credere, non permette di avere comunione con il Padre per mezzo di Cristo Gesù, non permette di aprire il cuore.

La notte, anche se fisicamente riposavo ed ero sereno, il mio cuore, la mia mente, erano avvolti del suo amore, vivendo un'intensa comunione con il Padre per mezzo di Cristo Gesù, mentre le mie labbra senza che li aprissi glorificavano il Signore.

Quell'amore che mi stava travolgendo, naturalmente in positivo, poiché mi stava cambiando interiormente, quell'amore che mi portava sempre più ad avere fame della sua parola (la Bibbia, parola di Dio, parola di verità) che fino ad allora non avevo avuto desiderio di leggere, da quel momento sentivo il desiderio di leggerla e più la leggevo e la meditavo, più il mio cuore si infuocava ancora di più, sembrando un fiume in piena. Come Davide, Re d'Idraele intorno all'anno 1000 a.C scrive : "Il mio cuore ardeva dentro di me; mentre meditavo, un fuoco s'è acceso, allora la mia lingua ha parlato.", (Salmo 39:3). Gloria a Dio.

Allora riflettete attentamente, in nostro "Signore è lo stesso ieri, oggi e in eterno", siamo noi che siamo cambiati, lui non cambia, come allora ancora oggi a quanti si arrendono a Lui , possono sentire quel fuoco.

Più leggevo più m'innamoravo, crescendo in me il desiderio di leggerla, ma allo stesso tempo sentivo sempre più la presenza di Gesù, colui che può metterci in condizioni di conoscere sempre più il Padre, colui che ha lasciato la gloria dei cieli per prendersi i nostri peccati..

Raccontato in questo modo sempre tutto semplice, ma vi posso assicurare che ho attraversato momenti particolari, difficili, in cui le persone più vicino a me, dalla famiglia, ai genitori ai parenti, vedevano una persona del tutto trasformata, sia nel parlare che nel comportamento, una persona che non riconoscevano, causa quel cambiamento interiore, che era avvenuto dentro di me, di cui anche io non riuscivo ha darmi una risposta, capivo solo che il mio cuore era infuocato per Cristo.

Ma come l'ammalato va dal dottore per capire il problema della sua malattia, io vivendo quel momento spiritualmente forte sono andato anche io dal mio dottore, per capire cosa mi stava succedendo, per comprendere cosa dentro di me stava cambiando, e perché di quel forte amore che avevo verso Gesù, verso il Padre, amore che mi portava sempre di più ad avere comunione con il Padre mio Celeste per mezzo di Cristo Gesù, il Mediatore, il Consolatore, l'Avvocato, il Dottore, la Via, la Verità , la Vita.

A quanti ascoltano, il dottore di cui io parlo era il Sacerdote, poiché il mio problema era spirituale e non fisico, altrimenti sarei andato dal medico di famiglia, ma solamente lui poteva darmi delle risposte, poichè il problema era spirituale, convinto che lui poteva darmi la risposta sono andato fiducioso.

Ma scopro che anche lui brancolava nel buio non sapeva darmi una risposta, mi affido allora ad altri Sacerdoti, un po' come quando una persona non soddisfatta di un dottore va ad altri, ma senza nessun risultato. Lo stesso stava succedendo ha me, nessun Sacerdote riusciva ha darmi una risposta del perché il mio cuore era infuocato per Cristo, del perché io ero attratto dal suo amore, allora mi ponevo questa domanda: Perché non riescono ha darmi un risposta, sono i religiosi di questo tempo, studiano le sacre scritture, avrebbero dovuto darmi una risposta, ma non riuscivano ha darmi una spiegazione.

Naturalmente se non si vive questa esperienza, nessuno può aiutarti, ed io mi rendevo conto che loro brancolavano nel buio, ma allo stesso tempo quando io parlavo, erano distratti, guardavano ha destra e sinistra erano distratti dai loro pensieri, erano superficiali, non riuscivano ha comprendere il mio stato, io parlavo di questo mio fuoco ma loro non riuscivano ha darmi una risposta, quindi uscivo dal confessionale sempre più confuso.

Voglio aprire una parentesi, perché vi parlo del confessionale, perché il mio cuore messo ha nudo davanti al Gesù mi faceva riconoscere peccatore di quei peccati che oggi il mondo non li riconosce come peccato, l'orgoglio della vita, la concupiscenza, la cupidigia, e tante altre cose che sono in abominio al Signore. Ancora cieco spiritualmente malgrado non riuscivano ha darmi una risposta andavo ha confessarmi, ripetutamente, convinto di ricevere la soluzione.

Purtroppo ne uscivo confuso, vedevo che loro non capivano, non sapevano darmi una risposta esaustiva, erano assenti, distratti, superficiali ,potrei continuare ma mi fermo.

Ma poichè il nostro Signore e Salvatore è un Dio di ordine aveva già provveduto ha tutto, nella sua Onniscienza sapeva che i Sacerdoti non sarebbero stati in grado di darmi una risposta, ecco che nel mio posto di lavoro Lui aveva provveduto ha tutto (all'inizio della lettera vi avevo anticipato che sarei ritornato ha parlare del mio posto di lavoro).

In che modo voi vi domanderete, vi spiego, aveva provveduto ha mettermi nel mio posto di lavoro un'anima (persona fisica come detto prima ), che tempo prima aveva vissuto la mia stessa esperienza, andando anche oltre, ricevendo il Battesimo nello Spirito Santo (Mediante questo battesimo il cristiano viene rivestito di potenza dall'alto esattamente come lo furono i primi discepoli del Signore) e continuando ad avere un'intensa comunione con Dio per mezzo di Gesù, quindi essermi di aiuto, capire ciò che dentro di me stava succedendo, perché qualcosa di stupendo, qualcosa di bello, di magnifico, qualcosa di sconvolgente, difficile come detto ha spiegare, questo fuoco, il suo amore che mi inondava, entrando sempre più nel profondo del mio cuore ed occupando ogni sua parte .

Per darti un'idea vi faccio un esempio: vi capita che vi venga raccontato di un problema che sta attraversando magari un parente, amico, ecc., poiché avete già vissuto di quel problema risultate di aiuto a quella persona.

Quindi quest'anima risultò provvidenziale quando raccontando la mia esperienza , l'amore che io avevo verso Gesù (esperienza che non potevi tenere nascosta poiché l'amore di Gesù, mi portava ha parlare sempre di lui, come detto prima, il mio cuore era infuocato per Gesù) riuscì ha darmi la spiegazione a quella mia situazione.

La gioia più bella che io ebbi, fu quando quest'anima, che come detto prima il Signore mia aveva messo al mio fianco, mi disse: ....................... hai ascoltato la parola del Signore che ha bussato alla porta del tuo cuore, hai aperto il tuo cuore permettendo a Gesù e al Padre Celeste di venire ha dimorare in tè , ma la cosa meravigliosa che quest'anima mi disse ADESSO HAI COMUNIONE CON IL PADRE CELESTE PER MEZZO DI GESU' CRISTO.

In pratica avevo incontrato Gesù, questo incontro aveva messo nel mio cuore l'amore che il mondo non conosce e neanche può dare, quell'amore che il mondo ha rigettato, quell'amore che il mondo ha rifiutato, e che ancora oggi rifiuta, ma che solamente Dio può dare per mezzo del suo figliuolo Gesù il benedetto nei secoli.

Non dimentichiamo ( purtroppo lo dimentichiamo facilmente causa come detto prima la nostra cecità, la nostra mancanza di conoscenza) "Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna . Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di Lui."

Gloria a Te o mio Signore.

La mia comunione con il padre continua sempre più intensa per mezzo di Cristo Gesù, al tal punto che oggi posso dire "O Signore Dio mio, in te confido, tu sei la mia rocca, la mia fortezza, il mio liberatore, il mio Dio, la mia rupe, in cui mi rifugio, il mio scudo, il mio potente Salvatore, il mio alto rifugio".

Dal quel giorno:

la pace quella interiore che nasce dal profondo del cuore e che solamente Gesù può dare;

la serenità che ti permette di affrontare ogni situazione della vita con la consapevolezza che il Signore, Sovrano su ogni cosa, ha il controllo di tutto, anche del tuo problema, della tua ansia delle tue paure;

la gioiaè scesa su di me, quella gioia che ti permette di affrontare ogni situazione, considerando che Gesù è al tuo fianco, Lui è la tua avanguardia, la tua retroguardia.

Allora "NON FUGGIRE DAVANTI A DIO" , ancora oggi ti sta chiamando, dandoti un'altra possibilità per arrenderti a Lui, poiché il domani non ti appartiene.

La mia domando che rivolgo a quanti hanno ascoltato questa testimonianza "VUOI ANCHE TU CONFIDARE IN DIO ", a te la scelta.

Confidare in Dio una frase molto semplice ma piena di significato, Egli ci ama, ci conosce personalmente ed è pronto a operare verso tutti quelli che confidano in Lui.

Gesù un giorno disse: "Non errate voi perché non conoscete le sacre scritture ne la potenza di Dio ." (marco 12:24).

Qui Gesù sta parlando a dei religiosi del suo tempo, che avevano una religione e non riconoscevano Cristo mandato dal Padre, che faceva miracoli, guariva, liberava gli indemoniati, moltiplicava i pani e i pesci, ma la loro cecità spirituale li portava ha non riconoscere Cristo in tutto quello che faceva. Non commettere questo errore, non restare nell'ignoranza e non ti limitare ad una conoscenza teorica se mai c'è l'hai. Accertati personalmente dell'esistenza di Dio e sperimenta la sua potenza salvifica. Gusta il suo amore e inizia una nuova vita secondo la sua volontà.

Sono molti a pensare che Dio rimanga indifferente nei confronti dell'uomo, che non si curi dei suoi affanni, delle sue angosce, dei suoi problemi. Per questo molti preferiscono vivere la vita lontana da Dio , credendo ed illudendosi che Egli non possa vederli. Non e cosi, poiché Lui è ONNISCIENTE, ONNIPRESENTE, Egli conosce il tuo cuore è sa esattamente dove sei e cosa fai, anche in questo momento sta scrutando il tuo cuore, e da te si aspetta una risposta, nessuno è nascosto a Lui.

Poiché "se tu lo cerchi egli, si lascerà trovare da te", semplicemente se tu lo cerchi .

Molti Lo hanno trovato, io l'ho trovato, e questo ha prodotto una straordinaria scoperta.

Scoprire che Lui ci ama, che si prende cura di noi, è anche quando non lo scorgiamo la nostra causa, gli sta davanti , è stato crocifisso per noi tutti , si è caricati i nostri peccati inchiodandoli sul duro legno della croce, dandoti la possibilità per mezzo del suo sacrificio la vita eterna.

Vuoi avere la certezza della vita eterna mentre ancora sei pellegrino in questa terra, vuoi gustare l'amore che solamente lui può darti, un amore che discende dall'alto, vai ai piedi di Cristo, deponi ai suoi piedi le tue ansie , le tue preoccupazioni i tuoi problemi, e per certo Lui ti darà il suo amore che ha promesso, poiché non è un uomo da poter mentire ma è il Si e l'Amen, il Primo e l'Ultimo, l'Alfa e l'Omega, il bel Giglio della valle , l'Emmanuele, la Stella Lucente del Mattino.

Quando otterrai il Suo amore, mettilo ha confronto con l'amore che il mondo da, ti accorgerai come quanti hanno sperimentato il suo amore, scoprire che l'amore che da il mondo non è che un falso amore, egoistico, basato su un proprio interesse.

Allora metti da parte l'incredulità, credi al Signore e alla sua parola poiché "senza fede e impossibile piacergli, poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e ché ricompensa tutti quelli che lo cercano" (Ebrei 11:6).

Infatti, il Signore si manifesta a un cuore che lo cerca con sincerità, anche se immerso nei dubbi e nel peccato, Lui dona quella luce e quella forza necessaria per uscire dalle tenebre spirituali.

Accettalo e inizierai un cammino in compagnia del Signore, vedrai ogni giorno la Sua mano all'opera su di te fino alla fine della tua vita terrena, per regnare con Gesù nella Gerusalemme Celeste, quando verrà ha prendere la sua chiesa ,il suo popolo, dove vivremo per l'eternità.

Mi avvio alla conclusione di questa mia testimonianza sperando che abbia prodotto in voi quel desiderio di andare ai piedi di Cristo è scoprire quanto è grande il suo desiderio di avere comunione con tutti . "Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me" (Apoc.3:20).

Se qualcuno ascolta la mia voce: Puoi ascoltare la sua voce, ma volontariamente (libero discernimento) lo puoi lasciare fuori senza aprire, in questo caso, ricordati, che hai lasciato fuori Gesù, colui che ha dato la sua vita per noi tutti, colui che si e caricato i nostri peccati, e se non si ha ben chiaro quali siano i nostri peccati, come detto prima la Parola di Dio ti chiarirà tutto.

Non dimentichiamo un giorno saremo noi ha bussare alla sua porta.

Domanda : Risponderà al nostro bussare?.

Che il Signore, creatore di ogni cosa, possa benedirci grandemente.

Amen.